Archive for the ‘Senza categoria’ Category

IN DIFESA DELLA RAZZA PODOLICA

In arrivo più di due milioni di euro dalle risorse del PSR

Per mettere in salvo le razze animali autoctone

Tra cui la mucca Podolica, tipica degli allevamenti silani

Promuovere la salvaguardia delle razze animali autoctone presenti sul territorio regionale, in primis la mucca podolica, è uno degli impegni della Regione Calabria e dell’Unione Europea. A tale scopo è stato reso noto il bando datato 2019 relativo all’intervento 10.01.08 che prevede un impegno finanziario, con fondi europei, pari a 1.900.170 euro “Si tratta – commenta l’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo – di una misura tesa a salvaguardare il patrimonio zootecnico regionale minacciato di estinzione. Parliamo della razza “Podolica” per la specie bovina, delle “Nicastrese”, “Rustica di Calabria” e “Aspromontana” per quanto attiene la specie caprina, della “Apulo-calabrese” con riferimento ai suini, delle razze “Ragusana” e di “Martina Franca” in relazione agli equidi, della “Gentile di Puglia” per la specie ovina”. Nell nostra Regione tutelare queste razze è fondamentale, perché ciò si traduce anche in una difesa dell’identità e della storia dei nostri territori, oltre che in uno strumento di contrasto al dissesto idrogeologico delle colline e delle montagne, dove questi animali pascolano.

La mucca podolica, particolarmente diffusa in Sila, è una razza bovina caratterizzata da un mantello di colore grigio, con tendenza al grigio scuro sul collo, sulla coscia, sull’orlatura dell’occhio e dell’orecchio nel maschio, mentre nella femmina è più chiaro, fino al bianco. I maschi presentano corna a mezza luna, mentre nella femmina hanno forma di lira. Il bovino podolico in Italia è allevato in prevalenza nelle aree interne del Sud  (AbruzzoBasilicataCalabriaCampaniaMolisePuglia). La razza viene allevata in Sila, soprattutto per la produzione di carne e per il latte, utilizzato nella realizzazione di formaggi, mentre il maschio viene impiegato come animale da tiro molto utilizzato nei boschi.